Percorso formativo-esperienziale “Giocando Educando”

Percorso formativo-esperienziale “Giocando Educando”

Rivolto a genitori e insegnanti
6h (3 incontri di due ore)
Scrivici per sapere le prossime date
Early Bird per i primi 25 iscritti: €159 invece che €189

Giocare è un istinto biologico innato che ci permette di sviluppare delle competenze fisiche, sociali ed emotive in un ambiente protetto, e la deprivazione dal gioco ha conseguenze troppo gravi per essere ignorate. Per questo con Rilab, Playfactory e il Manifesto del Gioco abbiamo creato questa formazione specifica per genitori e insegnanti: per portare la scienza del gioco e più giocosità nel mondo dell’educazione, sia in famiglia che a scuola, perché il gioco ha un impatto enorme sulla qualità delle interazioni e dell’apprendimento.Sappiamo che per integrare nuovi strumenti e generare un cambiamento duraturo sono necessari il giusto supporto e le giuste conoscenze: noi siamo pronti ad accompagnarti in questo viaggio e a farti incontrare e condividere il percorso con altri genitori e insegnanti che hanno il desiderio di mettersi in gioco come te.
E alla fine dei tre incontri riceverai una Guida per proporre tu il percorso ai tuoi studenti o in famiglia, perché tutto quello che abbiamo imparato insieme diventi uno strumento concreto e semplice da mettere in pratica.

Moduli: 3 159,90 €
DESCRIZIONE MODULI
Data di pubblicazione 10/02/2022

Modulo 1

Data di pubblicazione 18/12/2022

Modulo 2

Data di pubblicazione 24/02/2022

Modulo 3

Cosa riceverai nel corso?

Teoria
La conoscenza della biologia alla base di alcuni comportamenti e bisogni ci permette di dare fondamenta forti alle nostre azioni. Crediamo fortemente che giocare sia un bisogno innato fondamentale per una sopravvivenza prospera e crediamo che ognuno di noi debba poter conoscere le basi e gli studi legati alla scienza del Gioco. Durante il corso dedicheremo una parte alla formazione pura, in cui vi passeremo le fonti e gli studi che corroborano la tesi che giocare è fondamentale per la nostra sopravvivenza e felicità.

Pratica
Durante il corso la parte più importante e corposa sarà dedicata alla pratica di gioco, per esperire in prima persona il potere di questo strumento semplice ed efficace nel costruire ponti, far sondare nuovi orizzonti di possibilità, allenare la creatività, la cura, l’assertività ed entrare in relazioni in modo inaspettati e coinvolgenti. Insieme osserveremo quali e quanti giochi e modi di giocare possono contaminare positivamente la nostra vita, come genitori e come insengnati.

Bonus
Materiali preziosi per renderti autonom* e poter diffondere la Cultura del Gioco nella tua scuola/famiglia

Guida – Riceverai tutti i materiali, in un toolkit, per poter riproporre il percorso nella tua classe o in famiglia. [Giochi, attività, risorse, domande, ecc…]

Test personalità di gioco – Abbiamo elaborato un test per capire qual è la tua personalità di gioco. Potrai proporlo anche ai tuoi studenti o in famiglia.

Community – Entrerai a far parte di una community di insegnanti genitori che, come te, vuole applicare e diffondere la Cultura del Gioco.

Con chi?

Chi è Lucia?
Sono Lucia Berdini, founder di Playfactory una Play Coach, World Laughter Ambassador, Gibberish and Nonsense Coach, Playfight Trainee, Genio Positivo, Chief Happiness Officer e Co-founder del Manifesto del Gioco.
Fin da piccola il gioco è stato un tassello fondamentale della mia esistenza, oggi aiuto persone ed organizzazioni a ritrovare la voglia di giocare sotto molteplici aspetti. Sono convinta che il gioco sia una variabile fondamentale della felicità, nella vita e all’interno delle culture aziendali e che sia in grado di portare motivazione, cooperazione e creatività ai massimi livelli. Gli strumenti che uso per accedere allo stato di flusso sono i Giochi cooperativi, il Gamestorming, la Ludicità consapevole, la risata incondizionata, il Gibberish & Nonsense e il Playfight. Ho formato più di 100 leader di Yoga della Risata in tutta Italia e parlato del potere della risata e del gioco a migliaia di persone durante i miei interventi. Attraverso il progetto Playfactory il Manifesto del Gioco aggrego persone che, come me, vogliono diffondere la cultura del gioco in ogni sua forma.

Chi è Dario?
Dario Solina, Clown Umanitario, Coordinatore di progetti umanitari del Gesundheit Institute di Patch Adams (USA, Ecuador, Messico, Costa Rica), Insegnante alla School for Designing a Society (USA), un progetto educativo per progettare cambiamenti sociali desiderabili, Fondatore di “Say it to a Clown” (Dillo a un Clown), un progetto di cura e vicinanza individuale in risposta al distanziamento sociale durante il lockdown, Consulente per le Politiche Pubbliche per il Governo dello Stato di Jalisco (Messico) nell’ambito della Riforma delle Forze di Polizia, per introdurvi umanesimo e intelligenza emozionale, Direttore della Coordinazione Umanista per il “Protocollo di valutazione per bambine, bambini e giovani istituzionalizzati” (bambini vittime di violenza, abusi e tratta di esseri umani), per Hic Me, ONG (Messico).
Il gioco, l’errore e la vulnerabilità sono elementi cardine del lavoro del clown umanitario, una forma di attivismo sociale che genera cambiamento portando cura attraverso il giocare costantemente sul confine tra immaginazione e realtà, il dentro e il fuori, l’intimità e la condivisione.
Un lavoro, questo, che in 13 anni mi ha portato ad accompagnare migliaia di persone di tutte le età ed estrazioni sociali in svariati Paesi, tra cui USA, Italia, Costa Rica, Ecuador, Perù, Messico, Regno Unito, Argentina, Brasile, Danimarca e Svizzera.
In luoghi come ospedali, strutture di assistenza psichiatrica, case per anziani, centri di recupero da tossicodipendenze, prigioni da minima a massima sicurezza, ghetti, istituti per persone con disabilità mentali e fisiche, case di cura per donne e giovani vittime di violenza, scuole per persone con difficoltà di apprendimento, scuole pubbliche e in spazi pubblici come strade, mercati, campus universitari e altro ancora.

Percorso formativo-esperienziale “Giocando Educando”

159,90 €